Spedizioni Nazionali gratuite per ordini superiori a 39€ | Spedizioni Internazionali gratuite per ordini a partire da 100€.

Cerca
Close this search box.

Kabusecha – Ancora non Gyokuro, ormai non Sencha

Cos’è il Kabusecha, come si produce e quali sono le sue caratteristiche? In questo articolo non solo troverai la risposta a queste domande, ma ti sveleremo alcune curiosità su questo tè verde giapponese ombreggiato così delizioso.

Foglie di Kabusecha

Il termine Kabusecha (かぶせ茶) si compone da “kabuse” かぶせ che significa “ombreggiare” e “cha” che significa tè, ovvero Kabusecha non significa altro che “Tè ombreggiato”. Il nome, quindi, nel modo più semplice si riferisce al metodo di produzione del tè stesso, ovvero l’ombreggiatura. L’ombreggiatura è un metodo di produzione giapponese applicato per la produzione di Tencha (per poi diventare Matcha), Kabusecha e Gyokuro, che consiste nel coprire le piante del tè (Camellia sinensis) e privarle dalla luce solare per un periodo di tempo. Grazie all’ombreggiatura la fotosintesi si rallenta che avvia un processo fisico-chimico nelle piante, che porta all’aumento nelle piante dei contenuti di clorofilia, L-teanina e amminoacidi che in questo modo daranno vita ad un tè ricco in proprietà benefiche per la nostra salute. La clorofilla dà vita a un tè molto più verde, mentre la L-teanina regala un tè dal sapore più dolce e un umami più intenso. I benefici sono innumerevoli, vi consigliamo di leggere il nostro articolo sui benefici del Matcha.

Gyokuro Hoshi Fu Hoshino Seichaen Tè verde giapponese ombreggiato

Come avviene l’ombreggiatura?

Tradizionalmente l’ombreggiatura avviene con la realizzazione di una sorta di impalcatura in bambù al di sopra della quale si posizionano dei pali, anch’essi in bambù per poi coprire il tutto con dei tappetini in paglia di riso. Essendo questa una tecnica molto faticosa che richiede manodopera e tempo – visto che i materiali vanno cambiati ogni anno – si utilizza principalmente per l’ombreggiatura dei tè giapponesi destinati alla produzione di Matcha e Gyokuro. Per questo, nell’ultimo decennio, l’ombreggiatura tradizionale ha perso sempre più appeal a favore di quella effettuata con reti mimetiche in materiale sintetico.

Per quanto tempo vengono coperte le piante di tè?

Dipende dalla tipologia di tè che il produttore intende creare. Il Kabusecha viene ombreggiato per 7-10 o 14 giorni, accorgimento che donerà a questo tè un sapore dolce che richiama il sapore eccezionale dei Gyokuro. Il Gyokuro e il Tencha, invece vengono ombreggiati per 3 settimane.

Produzione del Kabusecha

Il Kabusecha a livello qualitativo si posiziona tra i Sencha e i Gyokuro, proprio per il suo metodo di produzione. Il Sencha, a contrario dei tè ombreggiati viene coltivato senza alcun ricorso all’ombreggiatura, mentre il Gyokuro viene ombreggiato per tre settimane. Il Kabusecha è una via di mezzo tra i due.

Piantagione di Kabusecha

 

Piantagione di Kabusecha con ombreggiatura rialzata

Il Kabusecha è un’alternativa moderna al Gyokuro, un tè che sostituisce l’ombreggiatura costosa e faticosa del Gyokuro direttamente con un’ombreggiatura nella piantagione aperta. Possiamo trovare anche piantagioni in cui l’ombreggiatura del Kabusecha può essere effettuata con un normale sistema di reti sospese, un po’ come avviene per il luppolo, ma queste piantagioni tendono a essere chiamate più precisamente piantagioni di Gyokuro, in contrapposizione alla tipica piantagione di Kabusecha, in cui il sistema di ombreggiatura viene tirato sopra il tè come una calza. Per il resto, la raccolta e la lavorazione del Kabusecha sono identiche a quelle del Sencha.

Piantagione di Kabusecha

 

Tipica piantagione di Kabusecha in cui il sistema di ombreggiatura viene tirato sopra il tè come una calza

Piantagione di Kabusecha

Piantagione di Kabusecha

 

Copertura della piantagione

Caratteristiche del Kabusecha

Il Kabusecha è un tè molto interessante. Personalmente è stato il primo tè verde giapponese che assaggiai e notai subito quel sapore incredibilmente dolce, setoso e morbido. Nacque così la mia passione inappagabile verso i tè giapponesi.

Il gusto del Kabusecha è ricco in umami, dolce, setoso e morbido con qualche nota astringente. Un tè che conquista facilmente anche le persone che si avvicinano da poco al Mondo dei tè verdi giapponesi. Un ottimo tè per la quotidianità per tutti coloro che vogliono rivivere e richiamare i sapori del Gyokuro tutti i giorni, ma con un tocco diverso.

Kabusecha Tè verde giapponese ombreggiato Hoshino Seichaen Hoshitea japanese green tea

Benefici del Kabusecha

Il tè Kabusecha ha tantissimi benefici sulla nostra salute, essendo un tè ombreggiato gli appartiene il profilo organolettico di questa categoria di te, che puoi approfondire leggendo il nostro articolo sui benefici del Matcha. In ogni caso, a voler essere brevi, tra i principali benefici del Kabusecha troviamo l’apporto in concentrazione ed energia, grazie al suo contenuto in caffeina, inoltre, aiuta a bruciare i grassi perché le catechine del tè Kabusecha accelerano il metabolismo e insieme alla caffeina sono ottimi per smaltire il grasso in eccesso.

      • L-teanina aumenta la concentrazione e allo stesso tempo rende più calmi e rilassati.

      • È ricco in antiossidanti che apportano una larga serie di benefici sulla nostra salute

      • Può ridurre il rischio di diabete di tipo II.

    Provate a bere Kabusecha e stupitevi di come questa bevanda deliziosa e aromatica possa farvi sentire bene con voi stessi.

    Preparazione del Kabusecha

    Kabusecha Tè verde giapponese ombreggiato Hoshino Seichaen Hoshitea japanese green tea

    La preparazione del Kabusecha è molto importante ed è fondamentale per estrarre il sapore delizioso di questo tè. Come nel caso di tutti i tè verdi giapponesi, si usano “infusioni multiple”, ovvero si preparano diverse infusioni con lo stesso tè, rispettando le giuste temperature e tempistiche.

    Per prepararle il Kabusecha, utilizzare 7-8 grammi di prodotto e acqua minimamente mineralizzata, con residuo fisso non superiore ai 50 mg/l, a 70 °C ed una teiera preriscaldata di piccolo volume (150-250 ml).

    Prepara infusioni da 1 minuto, tre delle quali ti daranno infusi dal sapore ricco, mentre le successive saranno più delicate e più dolci. Col passare delle infusioni utilizzare acqua sempre più calda fino ad arrivare a una temperatura di 90-95°C.

    In estate consigliamo il suo consumo con acqua ghiacciata, oppure il metodo di preparazione Kōridashi!

    Dopo l’apertura, conservare ben chiuso in frigo a una temperatura di 5 °C.

    Se non hai gli strumenti adatti per preparare il tuo Kabusecha, puoi scegliere tra le nostre teiere e tazzine e dare un’occhiata ai set disponibili.

    Kabusecha

    di Uji - Asamiya - Yame - Giappone

    Seguici sulle nostre pagine social!