Alcuni dei termini utilizzati nella classificazione dei tè neri sono di natura strettamente tecnica, mentre altri sono diventati termini tecnici per errore storico. Esistono due principali metodi di preparazione dei tè neri: l’elaborazione ortodossa e l’elaborazione CTC.

La classificazione dei tè neri

Il metodo ortodosso

Il metodo ortodosso è un processo che preserva l’integrità e il sapore dell’intera foglia di tè in tutte le fasi di produzione. Le foglie di tè intere vengono accuratamente rullate o modellate in varie dimensioni e stili a seconda del tipo di tè che viene prodotto. Essendo un processo artigianale che viene eseguito a mano, uno stesso tipo di tè può variare notevolmente a seconda del produttore che lo produce.  Il metodo ortodosso è più costoso in tempo e denaro, ma il risultato è un tè a foglia intera con un sapore e un aroma pieni di sfumature.

Il metodo CTC

Questo metodo, noto anche come “Crush-Tear-Curl” (Schiacciare-Strappare-Arrotolare) è stato creato per aumentare l’efficacia e diminuire il tempo di elaborazione del tè. Viene utilizzato solo per il tè in bustine e viene fatto con foglie di bassa a media qualità. Per questo si tagliano in anticipo le foglie ossidate e poi vengono messe in una macchina CTC che esegue tutto il processo di fare il tè (da rompere e tagliare le foglie di tè in piccolissimi pezzettini, ad ossidarle, asciugarle e classificarle). Tutto questo in circa due ore. Le foglie lavorate con questo metodo si ossidano eccessivamente e cominciano a perdere immediatamente i loro oli essenziali. Pertanto non è possibile controllare le sfumature e le note del sapore del tè, creando un prodotto dal sapore monotono.

classificazione dei tè neri matchamatcha.it

Orange Pekoe – i tipi di foglia

È importante conoscere i diversi tipi di foglia per poter capire la classificazione dei tè neri.

Nel metodo ortodosso si usano principalmente le foglie situate più in alto  (essendo i germogli o gemme nuove) e le prime due foglioline, ovvero “pekoe” le più apprezzate, perché sono più fresche, più tenere e contengono più quantità di antiossidanti e caffeina. “Pekoe” deriva dall’espressione cinese “Bai Hao” che significa pelliccia bianca, “Orange” invece si riferisce alla Casa Reale d’Orange per semplici motivi di marketing dell’epoca.

P= PEKOE: la seconda foglia senza contare il germoglio attuale ancora chiuso.
OP= ORANGE PEKOE: Sono le prime foglie che escono dopo il germoglio attuale ancora chiuso. Sono le più tenere e con elevato livello di antiossidanti.
F= FLOWERY: Contiene un germoglio chiuso all’interno
G= GOLDEN: Contiene germogli ancora non aperti
T=TIPPY: Germogli separati
1= ONE: Viene utilizzato come descrizione della dimensione delle foglie dello stesso grado.
F= FINEST: Significa il migliore.
S=SPECIAL: Di raccolta molto speciale. Il tè, come il vino, ha annate migliori di altre.
B= BROKEN: Foglie rotte.

La classificazione dei tè neri

Foglie intereFTGFOP
TGFOP
TGFOP-1   
GFOP    
FOP   
OP
Fine Tippy Golden Flowery Orange Pekoe
Tippy Golden Flowery Orange Pekoe
Tippy Golden Flowery Orange Pekoe One
Golden Flowery Orange Pekoe
Flowery Orange Pekoe
Orange Pekoe


Foglie rotteGFBOP   
FBOP    
GBOP    
BOP 1    
BPS
Golden Flowery Broken Orange Pekoe
Flowery Broken Orange Pekoe
Golden Broken Orange Pekoe
Broken Orange Pekoe One
Broken Pekoe Souchong
Fannings

GOF   
FOF    
BOPFs
OF
OPD
OD
OCD
FD
Golden Orange Fannings
Flowery Orange Fannings
Broken Orange Pekoe Fannings
Orange Fannings
Orthodox Pekoe Dust
Orthodox Dust
Orthodox Churamoni Dust
Fine Dust
CTCBOP
BP
BPS
OF
PF
PF1
Broken Orange Pekoe
Broken Pekoe
Broken pekoe Souchong
Orange Fannings
Pekoe Fannings
Pekoe Fannings One
Dust (Polvere)PD
D
CD
PD1
D1
RD
FD
Pekoe Dust One
Dust One
Churamoni Dust
Pekoe Dust One
Dust One
Red Dust
Fine Dust

Puoi trovare i tè neri più adatti per te nel nostro negozio online.